libri per studiare

Volete avere successo? Non smettete mai di studiare

Qualche giorno fa leggevo un articolo dal titolo: “Cosa separa un buon marketeer da un grande marketeer?”

La risposta: il desiderio di continuare ad imparare.

Scrivevo in un altro mio post che una delle caratteristiche di un valido professionista è la curiosità; se ci pensate le due cose sono collegate. In un mondo dove ciò che vale oggi con grande probabilità non sarà più valido domani (o dopodomani), l’unico modo per restare competitivi è non smettere mai di studiare. La nostra cosiddetta “comfort zone” si sta riducendo sempre più, volenti o nolenti siamo costretti ad uscirne.

In uno scenario dove la concorrenza arriva da ogni parte e dove le regole che abbiamo imparato sui banchi di scuola in parte sono superate, imparare cose nuove è l’unico modo per restare competitivi.

Ma vi dirò di più: studiare ci dà la possibilità non solo di restare al passo con gli altri, ma anche di differenziarci e addirittura andare oltre. In altre parole, di innovare, sfruttando poi quello che si chiama vantaggio della prima mossa.

Vale per qualunque reparto aziendale, a qualunque livello, dall’AD fino allo stagista, nel marketing così come nelle vendite o nel reparto HR.
Vale in ogni settore: vale per l’avvocato, così come per il giornalista, il medico o l’agente di commercio.

Pensare di continuare a lavorare come se niente sia cambiato è da pazzi, o peggio da sprovveduti.
Nel lavoro, ma anche nella vita, non c’è nulla di peggio che mettere la testa sotto la sabbia per non vedere e sperare che le cose intorno a noi non cambino.

Tagged with: , ,


Nessun commento ancora, aggiungi la tua opinione!


Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commento *

Name *
Email *
Sito