Pittarello, Pittarello Rosso o Pittarosso?

PITTAROSSO-russo.png

Prima c’erano Pittarello e Pittarello Rosso, che, come abbiamo scoperto solo in questi giorni, non sono mai stati la stessa realtà. Loro erano invece sicuri che lo sapessimo tutti. Primo errore. Ad un certo punto l’azienda Pittarello Rosso, forse pensando di fare cosa buona e giusta, ha deciso di cambiare il nome in Pittarosso, probabilmente convinta che questo avrebbe marcato ancora di più la differenza con la sua quasi omonima. Secondo errore.

Per il grande (ri)lancio sul mercato, hanno pensato di utilizzare come testimonial Simona Ventura. L’ad dell’azienda, Andrea Cipolloni, ha dichiarato a tal proposito: “Con la sua simpatia, ironia e voglia di mettersi in gioco, Simona ci ha permesso di fare uno spot che consideriamo bellissimo e che speriamo piaccia molto anche ai consumatori”. Terzo errore.

Lo sport è orrendo, Pittarosso e la sua pubblicità sono diventati lo zimbello della rete, in un’altra operazione di subvertising che si ricorderà a lungo (l’immagine di apertura è una delle tante raccolte attraverso un’iniziativa di Carlotta Silvestrini).

Si è già detto e scritto moltissimo a riguardo (forse addirittura troppo), quindi non vi trattengo oltre, se non per segnalarvi due post, il primo scritto da Massimo Benedetti, l’altro ad opera di Simone Corami. E concludo sottoscrivendo ciò che dice Massimo in chiusura del suo pezzo: “Vietata la frase “secondo me è una cosa intelligente, in ogni caso se ne è parlato…”